Donald Trump: ‚Inizierò a guardare‘ Perdonando Edward Snowden

Il Presidente degli Stati Uniti ha detto durante una conferenza stampa che avrebbe preso in considerazione la possibilità di permettere a Edward Snowden di tornare dal suo ‚esilio‘ di 7 anni in Russia.

Edward Snowden potrebbe tornare negli Stati Uniti

Edward Snowden potrebbe tornare negli Stati Uniti se Donald Trump decidesse di concedere l’indulto presidenziale all’informatore.

Secondo un rapporto di Reuters del 15 agosto, Trump ha detto che avrebbe „iniziato a cercare“ una possibile grazia per l’informatore, che vive in asilo in Russia da quando ha lasciato gli Stati Uniti nel 2013. I commenti sono arrivati poco dopo che Trump ha detto al Post „molte persone“ pensano che Snowden „non sia trattato in modo equo“.

In una risposta su Twitter ai commenti di Trump, Snowden ha detto:

„L’ultima volta che abbiamo sentito una Casa Bianca prendere in considerazione una grazia è stato nel 2016, quando lo stesso Procuratore Generale che una volta mi ha accusato ha ammesso che, a conti fatti, il mio lavoro nel denunciare l’incostituzionale sistema di sorveglianza di massa dell’NSA era stato ‚un servizio pubblico'“.

Secondo la sezione 2 della Costituzione degli Stati Uniti, un presidente in carica ha il potere di concedere tregua e grazia „per i reati contro gli Stati Uniti“. Snowden deve ancora affrontare accuse federali per aver violato la legge sullo spionaggio del 1917 e per il furto di proprietà del governo.

Se il presidente degli Stati Uniti dovesse invocare questa autorità, farebbe dell’ex appaltatore della National Security Agency la ventiseiesima persona che Trump ha graziato da quando è entrato in carica nel gennaio 2017.

Snowden ancora schietto su crypto

Dall’esilio in Russia, Snowden ha spesso espresso le sue opinioni sulla Bitcoin (BTC), esprimendo addirittura preoccupazioni sulla sua catena di blocco come „devastantemente pubblica“.

I server che Snowden ha utilizzato nel 2013 per la fuga di migliaia di documenti ai giornalisti sono stati pagati per l’utilizzo del Bitcoin. Inoltre, l’informatore ha detto che „aveva voglia di comprare il Crypto Cash“ durante la crisi di marzo, quando il prezzo della moneta è sceso a 3.782 dollari.

Nel 2019, Snowden aveva accennato al fatto che avrebbe potuto passare al criptaggio per aggirare il tentativo del governo americano di limitare il suo accesso ai profitti derivanti dalla pubblicazione del suo libro, Permanent Record. Il 7 agosto, un giudice magistrato degli Stati Uniti ha deciso di imporre sanzioni all’informatore per la vendita del suo libro, affermando che aveva „inequivocabilmente agito in malafede“.

Dieser Eintrag wurde in crypto veröffentlicht.